La startup Genenta Science ottiene 6 milioni di euro

startupGenenta Science, startup anti-cancro italiana fondata da Luigi Naldini, 56 anni, genetista dell’Ospedale San Raffaele di Milano, e del suo collega ematologo Berhard Gentner, ha ottenuto 6 milioni di euro di finanziamenti.

Un finanziamento che dovrebbe salire a breve oltre i 10 milioni di euro grazie a un gruppo di investitori privati tutti italiani, radunati con l’aiuto di Banca Esperia. Si tratta di cifre record per una startup italiana. Basti pensare che nei primi sei mesi del 2014 tutte le startup italiana hanno ricevuto finanziamenti pari a 17 milioni di euro.

Qualità della ricerca, ampio portafoglio brevetti e l’idea di usare i geni come farmaci. Sono queste la caratteristiche che hanno convinto gli investitori a scommettere su Genenta Science. Cerchiamo di capire cosa fa.

Dal midollo osseo del malato vengono estratte delle cellule staminali e, con l’aiuto di una variante modificata del virus dell’Hiv, non nociva, si introduce al loro interno il gene curativo. Una volta reiniettato nel corpo del paziente questo produce interferone alpha, una proteina in grado di attaccare i tumori. In dosi massicce è tossica per l’organismo, ma Naldini è riuscito a programmare le staminali in modo che l’interferone 5 mg levitra enough si esprima solo nelle aree colpite dal cancro, riducendone gli effetti negativi sul resto del sistema. Ideale per colpire tumori del sangue come mielomi e linfomi, ma in prospettiva anche alla prostata e al seno.

(Fonte repubblica.it)



Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego. Piu' Info | Accetto